Breaking News:
  • Registrati

Scienzaonline

Home

Un viaggio nelle viscere del male secondo Michele Placido

E-mail Stampa

 

Una kermesse dai toni molto variegati quest’anno al Festival veneziano, dove il viaggio nel profondo del male ha avuto dalla sua la mano di un regista italiano molto apprezzato. È il caso di Michele Placido già in polemica con il Lido e parte della Nostra politica, per le vicende poco fortunate del suo sogno sessantottino, l’anno scorso. Placido, infatti, a questa edizione si è volutamente presentato Fuori Concorso con il film Vallanzasca - Gli angeli del male.

L’ennesima apoteosi di un criminale? Ebbene sì! Ma quanto lavoro dietro un eccellente Kim Rossi Stuart, che per due anni ha rifiutato altre offerte, pur di concentrarsi sul personaggio interpretato. Il pubblico ascolta un milanese perfetto, lontano anni luce da ogni barlume macchiettistico tipico di chi non è autoctono, che il bravissimo Kim ha appreso a Milano da un dialogue coach di scuola teatrale. La figura del criminale dal viso d’angelo, tra le mani del giovane attore romano, raggiunge una tale profondità di significato in ogni singola scena, che molta critica ha provato disappunto per la presenza della pellicola al Venezia solo Fuori concorso. Forse, se il film di Placido avesse gareggiato, non vi sarebbero stati dubbi circa l’assegnazione della Coppa Volpi. Spietato con i traditori, coerente a una propria “etica”, benché sui generis, leader al punto di prendere su di sé anche i delitti dei propri “compagni di lavoro”, gentile e charmant con le sue vittime, specie se donne.

 

Musica e dolore cronico

E-mail Stampa

Le persone sofferenti di dolore cronico sono moltissime nel mondo, 15 milioni solo in Italia. Si tratta di una patologia assai seria cui si rimedia in massima parte con i farmaci, che però, purtroppo, non sono del tutto efficaci, senza contare gli effetti collaterali che producono, i costi piuttosto elevati e l’abuso che spesso ne fa il malato.

Chi ne è affetto lo sa bene: il dolore si protrae oltre il normale decorso di una malattia qualunque o molto al di là del tempo di guarigione previsto, fino a non scomparire più.

A provocare il dolore cronico possono esserci diverse cause: diabete, sclerosi multipla, interventi chirurgici, ernie discali, dolenze facciali (come la nevralgia del trigemino), lombosciatalgie, emicranie, con la complicanza che, a differenza di quello acuto, il cronico è un dolore che non ha un’utilità, ossia non è un segnale d’allarme ma solo il perdurare di una sofferenza fisica che compromette seriamente la qualità della vita.

Soffrire di dolore cronico, infatti, porta inevitabilmente ad una serie di cambiamenti fisici e psicologici importanti, come l’immobilità (a volte talmente prolungata da procurare il decubito), la dipendenza dai medicinali, l’inabilità al lavoro, l’isolamento sociale, l’ansia, la paura, la depressione, la fragilità psicologica, tutti fattori che possono solo peggiorare una patologia che è già grave di per sé, così che alla fine il malato si lascia andare rinunciando a condurre una vita normale ed autonoma. 

 

Simposio “Fecondazione e Chirurgia”

E-mail Stampa

 

Fondazione Roma Chirurgia
Largo Traiano 1  ore 15-16    Venerdì 4 Febbraio,Roma

LA MICROCHIRURGIA ANDROLOGICA

La sezione di Microchirurgia Andrologica della Casa di Cura FABIA MATER

L’U.O.C di Microchirurgia Generale, è un centro satellite della I Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università “SAPIENZA” di Roma, ed opera in sinergia con le Scuole di Specializzazione in Chirurgia Vascolare I, Chirurgia Generale III e Chirurgia dell’Apparato Digerente I del Policlinico “Umberto I” di Roma. L’U.O. rappresenta un polo di riferimento per l’intero territorio nazionale nel settore della Microchirurgia Generale,. L’elevata specializzazione raggiunta in tutti questi settori, ed in particolare nel campo della Microchirurgia Andrologica eGinecologica, ha permesso alla Casa di Cura Fabia Mater di divenire un importante centro di riferimento per la comunità andrologica italiana.

Sono molte, infatti, le collaborazioni instaurate con diversi specialisti, in particolare Andrologi, i quali affidano un cospicuo numero di loro assistiti, provenienti da ogni regione di Italia, alle terapie chirurgiche offerte della Sezione di Microchirurgia Andrologica. Questa forte e costante collaborazione professionale ha permesso non solo l’aggiornamento scientifico e culturale degli operatori, ma ha creato una importante visibilità scientifica per l’intera Casa di Cura attraverso i numerosi lavori presentati a congressi e riviste nazionali ed internazionali. L’aggiornamento scientifico, inoltre, è stato garantito anche attraverso le numerose collaborazioni istituzionali che si sono instaurate nel corso degli anni il cui scopo è quello di creare un polo di riferimento, nel panorama nazionale, nel campo della chirurgia e microchirurgia andrologica.

 

Un coraggio davvero universale

E-mail Stampa

“I diritti umani rappresentano le fondamenta di libertà, pace, sviluppo e giustizia”, con queste parole si è aperto il messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, in occasione della Giornata Mondiale dei Diritti Umani celebrata il 10 dicembre 2010. Una giornata in cui il sessantaduesimo anniversario della firma della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e' stato ancora una volta occasione per creare un ponte virtuale tra il coraggio di coloro che alla fine del secondo conflitto mondiale hanno redatto il documento considerato la più alta manifestazione del "consensus omnium gentium", ed il coraggio di coloro che ogni giorno si battono in ogni angolo del pianeta per affermarne i principi ivi sanciti.

Politici, giornalisti, appartenenti alle organizzazioni non governative o singoli individui che costituiscono una società civile transnazionale che quotidianamente si confronta con violazioni, abusi, pregiudizi ed indifferenza. Il livello di tutela dei diritti umani e' differente nelle diverse aree del globo. Il Continente europeo rappresenta un modello per le organizzazioni internazionali a carattere regionale impegnate nella tutela dei diritti in generale.

 

I metodi alternativi ai test di tossicità sugli animali sono più validi e convenienti

E-mail Stampa

"Niente è così forte come una idea il cui tempo è venuto" Victor Ugo

Si è tenuto a Milano, il 26/11/2010, presso il Centro Congressi FAS un convegno scientifico internazionale sui test di tossicità del XXI secolo ed i metodi alternativi. Il convegno ha riunito ricercatori di grande rilievo e ha fatto il punto, dopo molto tempo, delle possibilità di impiego di metodi alternativi all'uso degli animali.

Il fatto scientifico fondamentale è stato la valutazione dell'efficacia di questi metodi. Non si può sottovalutare il fatto che i cittadini siano sottoposti a un cocktail di sostanze tossiche che pongono la società di fronte al problema di difendere la salute, ma anche di ridurre i costi, i tempi di ricerca e le sofferenze degli animali impiegati nella ricerca.

 

Bambini nella polvere

E-mail Stampa

Forse è ambizioso definire questo progetto “Progetto Laos” in quanto non prende in considerazione l’intera nazione ma una piccola parte che gravita intorno alla cittadina di Luang Prabang, tutelata dal 1995 dall’Unesco  e considerata il gioiello dell’Indocina. In quest’area esistono numerose scuole che hanno tutte necessità primarie. La prima è la mancanza di una rete idrica, quindi  di acqua potabile. Pur essendo situate lungo il  Mekong,  le scuole mancano del tutto di progetti di water sanitation e drinking water supply. Le strutture che ospitano i bambini, in bambù e con tetto di paglia o di lamiera, sono fatiscenti, il pavimento è in terra battuta e il letto consiste in un tavolato con sopra una stuoia di paglia.

 

Più libri più liberi

E-mail Stampa

Con lo slogan «più libri più liberi» si è svolta a Roma la nona edizione della Fiera della piccola e media editoria, con il patrocinio di numerose istituzioni tra cui su tutte Regione Lazio e Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca.
La manifestazione, allestita dal 4 al 8 dicembre negli spazi del Palazzo dei Congressi dell'EUR, ha riscontrato un enorme successo testimoniato dall'alto numero di visitatori di tutte le età.
Indiscusso protagonista dell'evento il libro.
Questo strumento come nessun'altro ha fatto la storia del genere umano e oggi, nonostante gli attacchi portati dalle nuove tecnologie, dimostra di possedere ancora delle peculiarità tali da renderlo unico.

 

 

Una nuova Accademia al servizio della cultura medica e delle scienze sanitarie

E-mail Stampa

L’Accademia di Storia dell’Arte sanitaria ha inaugurato il 26 novembre, presso la Sala Alessandrina del Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria in prossimità dell’Ospedale di Santo Spirito di Roma, l’Anno Accademico 2010-2011. Una intensa e proficua attività culturale e scientifica nel campo della medicina che l’Accademia svolge sin dal 1920, anno della sua fondazione, anche attraverso la custodia del Museo Nazionale di Storia dell’Arte Sanitaria, uno dei più importanti a livello mondiale.
In questi ultimi anni, obiettivo prioritario dell’Accademia è stato quello di rinnovare i suoi rapporti di collaborazione con le Università e con altre organizzazioni scientifiche del settore della Salute, della Medicina e delle altre discipline affini come bioetica, antropologia, sociologia.

 

Ascoltare la musica

E-mail Stampa

L’azione dell’ascolto non è una cosa banale, come invece si può pensare, soprattutto per quanto riguarda la musica, perché in verità ascoltare musica significa compiere un atto di civiltà. È proprio così, perché la musica porta un messaggio lontano (che pure è attuale), ed ascoltarla davvero significa entrare nella mente e nell’animo di un altro (nel caso, il compositore), e quindi accoglierlo, prestargli attenzione, volergli bene. E se poi quella musica ci muove delle emozioni, ci commuove, ci esalta, o anche solo ci piace, vuol dire che lui stesso ha comunicato con noi. Quindi ascoltare è comunicare.

 

TECNOLOGIA

Radar satellitari e Gps...

Stazione Gps della rete Ring di Mormanno (Cosenza) Evidenziata per la prima volta in Italia, nella zona del Pollino, la presenza di movimenti lenti di faglia durante le sequenze di terremoti di bassa magnitudo che contribuiscono a spiegare perché, rispetto al resto dell’Appennino, in...

VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

LAVORI IN CORSO

LAVORI IN CORSO - Nuovo sistema di gestione in collaudo
VI PREGHIAMO DI SCUSARCI PER I DISAGI
STIAMO IMPORTANDO IL DATABASE DI
TUTTI GLI ARTICOLI DI SCIENZAONLINE
DAL 2003 AD OGGI

SCIENZAONLINE.COM

  • Ultime News
  • News + lette
Il Grafene, il nano-materiale che migliorerà la nostra vita

Il Grafene, il nano-materiale che...

2010-11-23 00:00:00

Musicolor

Musicolor

2009-02-18 00:00:00

I Della Robbia e la storia della terracotta invetriata

I Della Robbia e la storia della...

2009-03-18 00:00:00

Giovanni Papi - Prata Caelestia

Giovanni Papi - Prata Caelestia

2009-11-17 00:00:00

Statistiche

Tot. visite contenuti : 23107542

Autorizzazioni

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew 
Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

 

Hot Topic

Ultimi Commenti

Chi è Online

 177 visitatori online

X

.

Pubblica il tuo Articolo

Hai scritto un Articolo scientifico? Inviaci il tuo articolo, verrà valutato e pubblicato se ritenuto valido! Fai conoscere la tua ricerca su Scienzaonline.com!

Ogni mese la nostra rivista è letta da + di 50'000 persone

Information

Information

Ultime News

Ionosfera col segno meno

Ionosfera col segno meno

2017-04-19 07:28:04

Segnali, scelte e conflitti: il cervello li sbroglia con attenzione

Segnali, scelte e conflitti: il...

2017-05-05 15:40:28

Orbita a rischio febbre

Orbita a rischio febbre

2017-04-21 12:00:00

Scoperto nuovo gene per sclerosi multipla e Lupus

Scoperto nuovo gene per sclerosi...

2017-04-28 12:58:54

Redazione

Contatta la Redazione di Scienzaonline.com per informazioni riguardanti la rivista
Pagina Contatti

Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information