Scienzaonline - Ultimi Articoli

Un Asteroide colpirà i tumori del seno e della tiroide

Un Asteroide colpirà i tumori del seno e della tiroide

07 Dicembre 2021

Asteroid è l’acronimo di un nuovo studio frutto della collaborazione...

Il primo branco di dinosauri italiano

Il primo branco di dinosauri italiano

06 Dicembre 2021

Sono almeno sette esemplari di Tethyshadros insularis, tra cui “Bruno”,...

Sla: identificato un nuovo potenziale bersaglio terapeutico

Sla: identificato un nuovo potenziale bersaglio terapeutico

06 Dicembre 2021

Un farmaco già in uso per altre patologie ha mostrato...

Covid-19: due lipidi possibili marcatori per la gravità della malattia

Covid-19: due lipidi possibili marcatori per la gravità della malattia

06 Dicembre 2021

I ricercatori dell’Università Statale di Milano, dopo aver osservato una...

Due mutazioni genetiche alla base della straordinaria resistenza al freddo dei Fuegini, gli antichi abitanti della Terra del Fuoco

Due mutazioni genetiche alla base della straordinaria resistenza al freddo dei Fuegini, gli antichi abitanti della Terra del Fuoco

06 Dicembre 2021

L’analisi dei resti scheletrici e l’analisi genomica dei Fuegini, conservati...

Un prelievo di sangue per identificare specifiche alterazioni cerebrali alla base della sindrome di Down

Un prelievo di sangue per identificare specifiche alterazioni cerebrali alla base della sindrome di Down

29 Novembre 2021

È noto il ruolo svolto dal segnale dell’insulina nel cervello...

Mini stomaci ricreati in laboratorio per studiare le infezioni da Covid nei bambini

Mini stomaci ricreati in laboratorio per studiare le infezioni da Covid nei bambini

26 Novembre 2021

Pubblicato su «Nature Communications» lo studio SARS-CoV-2 infection and replication...

Oceano artico: sempre più caldo dall’inizio dello scorso secolo

Oceano artico: sempre più caldo dall’inizio dello scorso secolo

26 Novembre 2021

Un team di ricerca internazionale guidato dall’Istituto di scienze polari...

Venerdì, 10 Gennaio 2020
Venerdì, 10 Gennaio 2020 07:53

Vita, difesa e rigenerazione nelle ascidie


Le ascidie sono una classe piena di sorprese da scoprire. Espellono le loro interiora per difendersi dai predatori, ma la cosa più interessante è il loro potere rigenerativo. Ecco una breve immersione nel mondo di questi magnifici organismi marini. Le ascidie appartengono al phylum dei cordati. Un gruppo tassonomico che si caratterizza per la presenza di una struttura di sostegno, nota come notocorda dalla quale evolutivamente deriva la nostra colonna vertebrale.   morfologia degli stadi larvali delle ascidie evidenzia la presenza della notocorda nella coda, che poi però nello stadio adulto viene riassorbita insieme al tubo neurale. Durante l’epoca giovanile le larve nuotano libere nel mare fino a quando trovano un luogo adatto per stabilirsi in modo definitivo. Una volta ferme, le ascidie ingeriscono il loro ‘cervello’ e il tratto di sostegno caudale, entrambi non più necessari per lo stile di vita sessile sul fondale roccioso che hanno scelto per trascorrere il resto del loro ciclo biologico. La scoperta della caratteristica struttura dei cordati all’interno di questa classe risale al 1846, quando Thomas Henry Huxley si imbarcò sulle navi della marina inglese come assistente chirurgo così da poter ripagare i debiti contratti da suo padre.

Pubblicato in Ambiente

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery