Scienzaonline - Ultimi Articoli

Il primo branco di dinosauri italiano

Il primo branco di dinosauri italiano

06 Dicembre 2021

Sono almeno sette esemplari di Tethyshadros insularis, tra cui “Bruno”,...

Sla: identificato un nuovo potenziale bersaglio terapeutico

Sla: identificato un nuovo potenziale bersaglio terapeutico

06 Dicembre 2021

Un farmaco già in uso per altre patologie ha mostrato...

Covid-19: due lipidi possibili marcatori per la gravità della malattia

Covid-19: due lipidi possibili marcatori per la gravità della malattia

06 Dicembre 2021

I ricercatori dell’Università Statale di Milano, dopo aver osservato una...

Due mutazioni genetiche alla base della straordinaria resistenza al freddo dei Fuegini, gli antichi abitanti della Terra del Fuoco

Due mutazioni genetiche alla base della straordinaria resistenza al freddo dei Fuegini, gli antichi abitanti della Terra del Fuoco

06 Dicembre 2021

L’analisi dei resti scheletrici e l’analisi genomica dei Fuegini, conservati...

Un prelievo di sangue per identificare specifiche alterazioni cerebrali alla base della sindrome di Down

Un prelievo di sangue per identificare specifiche alterazioni cerebrali alla base della sindrome di Down

29 Novembre 2021

È noto il ruolo svolto dal segnale dell’insulina nel cervello...

Mini stomaci ricreati in laboratorio per studiare le infezioni da Covid nei bambini

Mini stomaci ricreati in laboratorio per studiare le infezioni da Covid nei bambini

26 Novembre 2021

Pubblicato su «Nature Communications» lo studio SARS-CoV-2 infection and replication...

Oceano artico: sempre più caldo dall’inizio dello scorso secolo

Oceano artico: sempre più caldo dall’inizio dello scorso secolo

26 Novembre 2021

Un team di ricerca internazionale guidato dall’Istituto di scienze polari...

Dai laboratori IFOM e UNIMI: il metabolismo degli aminoacidi influenza la risposta dell’organismo alla chemioterapia

Dai laboratori IFOM e UNIMI: il metabolismo degli aminoacidi influenza la risposta dell’organismo alla chemioterapia

24 Novembre 2021

Operare sul metabolismo degli aminoacidi per interferire con la stabilità...

Mercoledì, 30 Giugno 2021


Il recente ritrovamento di resti fossili nel sito israeliano di Nesher Ramla, riconducibili a un possibile antenato dei Neanderthal, porta alla luce il ruolo di popolazioni del Vicino Oriente nell’evoluzione di questa forma umana estinta. Lo studio, che ha visto la partecipazione di ricercatori del Dipartimento di Biologia ambientale della Sapienza Università di Roma e del Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze, è stato pubblicato sulla rivista Science, che gli ha anche dedicato la copertina.


I Neanderthal sono la specie umana estinta che conosciamo meglio. Si è sempre pensato che la loro evoluzione fosse del tutto endogena, avvenuta interamente in Europa a partire da popolazioni del Pleistocene Medio, e che solo in seguito abbia previsto ondate di diffusione verso l'Asia.Oggi un nuovo studio internazionale, che ha visto la collaborazione anche di ricercatori del Laboratorio di Paleoantropologia e bioarcheologia del Dipartimento di Biologia ambientale, mostra come le cose potrebbero essere state, in realtà, molto più complesse.

Pubblicato in Paleontologia

 

Scienzaonline con sottotitolo Sciencenew  - Periodico
Autorizzazioni del Tribunale di Roma – diffusioni:
telematica quotidiana 229/2006 del 08/06/2006
mensile per mezzo stampa 293/2003 del 07/07/2003
Scienceonline, Autorizzazione del Tribunale di Roma 228/2006 del 29/05/06
Pubblicato a Roma – Via A. De Viti de Marco, 50 – Direttore Responsabile Guido Donati

Photo Gallery